Dieta e infiammazione: quando gli alimenti non bastano

Stai cercando di capirne di più sul rapporto che c’è tra dieta ed infiammazione oppure vuoi conoscere quali sono gli alimenti antinfiammatori?

Sei finito nel posto giusto! In questo articolo parlerò proprio di questo e ti darò le nozioni base per orientarti in questo mondo cosi articolato e complesso.

Partiamo!

DIETA E INFIAMMAZIONE: FACCIAMO CHIAREZZA UNA VOLTA PER TUTTE

Non passa giorno che la signora Maria non senta parlare di quanto faccia bene il pesce, le noci e la frutta. Sono alimenti antinfiammatori – dicono alla TV – e la signora Maria siccome sa che l’infiammazione non fa certo bene al suo corpo decide di fare il pieno di questi alimenti.

Fine di una breve storia triste. La signora Maria è – infatti – una povera illusa. Sta guardando al particolare dimenticandosi della condizione d’insieme.

Nella società moderna lo facciamo di continuo. Ci perdiamo sempre nei particolari comprando le strumentazioni più avanzate dimenticandoci poi ad esempio di che uso ne faremo. Che senso ha comprare un cellulare da 1000€ se poi sappiamo sfruttare solo 1/100 delle sue possibilità? Non guardiamo la condizione d’insieme, guardiamo il particolare e quel cellulare è oggettivamente un bel cellulare. Stop. Peccato che non sarà comprando un bel cellulare che farete belle foto ma sarà sapendolo usare che ci riuscirete altrimenti non vi stupite se poi c’è chi con un cellulare più vecchio del vostro riesce a fare foto migliori.

Ora traslate questo concetto nell’ambito della dieta e dell’infiammazione. Non sarà mangiando pesce, noci e frutta che migliorerete l’infiammazione. Per lo meno non sarà cosi se il quadro d’insieme non è quello giusto.

Ora mi vorresti forse dire che hanno tutti torto quando in TV mi dicono che il pesce con i suoi omega 3 è antinfiammatorio?

No, hanno ragionissima ma il pesce può avere un effetto antinfiammatorio reale laddove le condizioni glielo permettono. Qui si gioca la partita.

Perchè il pesce non è antinfiammatorio

La signora Maria è alta 160cm e pesa 75kg. La signora Maria è in evidente sovrappeso. Il tessuto adiposo della signora Maria è disfunzionale. Significa cioè che produce un enorme quantità di molecole – chiamate citochine – con attività fortemente infiammatoria.

Non solo, l’eccesso di energia porta le cellule della signora Maria a produrre una gran quantità di radicali liberi (ROS). Si, gli stessi che invecchiano la pelle.

La signora Maria con il suo bel pesce, le sue noci e la sua frutta sta provando a spegnere un incendio di infiammazione con un bicchiere d’acqua. Ora è più chiaro cosa intendessi dire prima?

Inutile perdersi nel particolare di alimenti più o meno infiammatori di altri quando si perde di vista il contesto generale in cui questi vengono assunti.
La signora Maria ha bisogno di porre rimedio a quell’incendio ma non può pensare di spegnerlo se dietro c’è una condizione di continuo rifornimento di legna per alimentare il fuoco dell’infiammazione.

Alimenti come quelli citati esercitano sempre il loro potenziale antinfiammatorio, semplicemente a volte questo è del tutto ininfluente. In questo modo una persona in salute che li assume ne trae un reale giovamento, una persona come la signora Maria si sta illudendo.

Cosa deve fare la signora Maria allora?

Dai che la risposta la sai già. Deve perdere peso. Deve togliere quella legna pronta da ardere.

Come si vede dall’immagine la dieta ipocalorica (quella che ci permette di perdere peso) ci permette -attraverso diversi meccanismi – di spegnere l’infiammazione. Meno grasso significa meno citochine infiammatorie, meno sovrabbondanza di energia significa meno produzione di radicali e tutto questo significa un quadro infiammatorio nettamente migliorato.

La signora Maria più che comprare noci, pesce e frutta perchè antinfiammatori dovrebbe mangiare questi alimenti con l’obiettivo di ristabilire il suo peso corporeo in primis. Solo così l’effetto antinfiammatorio aggiuntivo di questi alimenti può essere veramente tale!

Siete giunti qui alla ricerca di quali alimenti abbiano effetti antinfiammatori? Bene, sono gli alimenti ricchi di antiossidanti come frutta e verdura, di omega 3 come il pesce e molecole bioattive come la curcuma, lo zenzero e la cannella.

In che modo la dieta può essere antinfiammatoria? includendo questi alimenti ed escludendo quelli pro infiammazione quali grassi trans, saturi, zuccheri semplici ed alcuni altri composti secondo una suscettibilità individuale (caseine, glutine, solanine, istamina) MA affinchè abbia senso parlare di tutto questo dovrà essere prima di tutto una dieta che vi consenta di mantenere il normopeso.

Se hai trovato utile questo articolo condividilo con i tuoi amici!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.